Bella giornata di sport a Sibari...

Per questo motivo il gruppo è decimato tanto che al seguito di mister Oriolo si contano solamente undici elementi, tra cui molti giovani, qualcuno perfino all’esordio assoluto. La formazione è obbligata. Braile tra i pali. In difesa da destra verso sinistra Pieçi, F. Serra, Gabriele e Cannizzaro. I quattro di centrocampo sono D. Liguori, Chimento, A. Bruno e Scura. L’attacco è affidato alla classe e all’esperienza di mister Oriolo e di un S. Paldino in non perfette condizioni fisiche. La gara si svolge prevalentemente nelle zone centrali del terreno di gioco con buon ritmo, intensità e interventi che, seppur duri, si mantengono sempre nell’alveo della correttezza. Al minuto 10 è Scura a dare un saggio delle proprie incredibili qualità, esibendosi in un ubriacante dribbling al limite dell’area di rigore del Sibari, con conclusione a giro che sfiora l’incrocio dei pali della porta avversaria. Dopo i primi minuti di studio, il Sibari comincia però a spingere sull’acceleratore creando alcune buone opportunità, in particolare al 25’ quando il proprio interno di centrocampo lascia partire un gran tiro dal limite dell’area che si spegne di poco a lato della porta difesa da Braile. Al minuto 32’ il Sibari passa meritatamente in vantaggio con Pino che, liberatosi dalla marcatura di Gabriele con un dribbling secco, lascia partire un preciso diagonale da fuori area che termina la propria corsa alle spalle dell’incolpevole Braile. La Sandemetrese prova subito a reagire e un minuto più tardi guadagna un calcio d’angolo per merito di Chimento, abile a colpire di testa un buon traversone di Oriolo e a costringere il portiere avversario alla difficile deviazione in angolo. Sugli sviluppi del calcio dalla bandierina però la formazione granata si lascia sorprendere da un fulmineo contropiede del Sibari, che viene concluso in rete da Maritato con una preciso pallonetto dal limite dell’area di rigore. L’uno due del Sibari tramortisce la squadra ospite che non trova più la forza di reagire fino al minuto 40’ quando è sempre Scura a provarci da fuori area con una velenosa conclusione che si spegne però sul fondo. Nella ripresa la formazione di casa parte subito forte sfiorando la rete al minuto 52’, con il temibilissimo centravanti Partepilo che, nell’unica circostanza in cui riesce a liberarsi della marcatura dell’arcigno Serra, conclude a lato con un bel diagonale da fuori area. Tre minuti più tardi uno stremato S. Paldino, in campo nonostante fosse in pessime condizioni fisiche fin dalla vigilia,  viene rilevato dal fratello Piero, all’esordio assoluto con la casacca granata. Al 70’ è la Sandemetrese a rendersi pericolosa con una potente conclusione da fuori area di Bruno con palla che si alza di poco sopra la traversa. Bruno che si ripete, con inalterato esito, cinque minuti più tardi su suggerimento del giovane Liguori. A chiudere i conti però ci pensa Falbo che, al minuto 77’, conclude con un preciso rasoterra un’azione di contropiede magistralmente orchestrata dalla formazione di casa. Il 3-0 spegne ogni residua speranza di rimonta della formazione di mister Oriolo e pone di fatto fine alle ostilità con discreto anticipo sul fischio finale.  A fine gara i calciatori delle due squadre si abbracciano amichevolmente tra gli applausi del pubblico di casa, dando dimostrazione di grande fairplay in campo e fuori. A coronamento di questa indimenticabile giornata di sport, che purtroppo assai di rado si registra nei campi di terza categoria, i calciatori del Sibari hanno poi invitato i colleghi sandemetresi a trascorrere qualche ora in compagnia tra birra e squisiti manicaretti locali. L’augurio ovviamente è che nell’ultima giornata di campionato gli amici del Sibari possano completare la rimonta sull’Oriolo e issarsi definitivamente al terzo posto in classifica. Negli altri campi si segnalano i pirotecnici pareggi in Pietrapaolese-Calopezzati e Cerchiara-Campana entrambe conclusesi sul 4-4. La vittoria dello schiacciasassi Schiavonea sul campo del Bocchigliero per 3-2, nonché le affermazioni interne del Rocca Imperiale sulla Nuova Albidonese per 4-1 e, con lo stesso punteggio, dell’Oriolo sulla Mandatoriccese.  In classifica guida lo Schiavonea con 61 punti, seguito dal Cropalati a quota 52 che precede di cinque lunghezze l’Oriolo (47). Leggermente staccato il Sibari (46) che mantiene inalterate le distanze dal Rocca Imperiale salito a quota 42.